Emanuele Biagioni, di Lucca, si è diplomato in Pittura all'Accademia di Belle Arti di Firenze nella Scuola del Prof. Roberto Giovannelli nel 1995, dopo essersi diplomato al Liceo Artistico Statale di Lucca. Inoltre ha frequentato il corso di incisione a colori di S.N. Kraczyna 1° livello a Barga (LU) e 2° livello a Olomouc (Repubblica Ceca).
"Picasso diceva che "dipingere é il mestiere di un cieco, egli non dipinge ciò che vede ma ciò che pensa, cosa dice a se stesso su ciò che ha visto". Ed è così che nasce anche l'impasto dei colori, in un furore creativo che non lascia dubbi nemmeno ad opera ultimata. E resiste l'ispirazione che compone in brevi tempi quadri di misure quasi rinascimentali, accalcando colori su colori con una sensibilità cromatica che diventa plastica.Le sue opere veneziane vedono un'ispirazione quasi vangoghiana: lo sfogo dei colori e l'alzarsi della materia/colore quasi a cercare una dimensione tattile che testimoni fisicamente una nuova energia. L'acqua attrae l'artista che vuole sondare ancora quale sia il vero confine con il cielo (") e ferma la sua attenzione sul dondolare delle cupe imbarcazioni lagunari. Non per questo dimentica la sua città, Lucca, a cui si è sempre dedicato: scruta le vie, le mura e i piazzali, inventando a volte scorci fantasiosi, una licenza poetica per spiare meglio il suo soggetto."
"Emanuele è sedotto dalla bellezza della natura, dai colori della "sua" terra, dalle brume che salgono da lontano ad "ombreggiar " i profili delle chiese. E' un'emozione che si traduce in poesia di colori e immagini, in ricordi di bambino, in ritagli fugaci di angoli di paesaggio. Si riversa nella sua pittura "vibrante" la forza e al tempo stesso la dolcezza di quella natura, come se Emanuele stendesse con il velo del colore sulla tela anche l'inquietudine di un verso melodioso, musicale, profondo, essenziale. Nei suoi quadri si ha come la sensazione del "viaggio" del filosofo, del poeta, a cogliere ispirazione dalla visione della natura, ad "appuntare" le memorie dei luoghi a suscitarne la bellezza nell'immagine pittorica."
Dott.ssa Francesca Mariotti