Al mondo di Jung Hee Lim ci si avvicina con un inchino. Ci s'inchina davanti ad una grazia insolita, ad una magia piena di colore e ad una poesia, scritta e riscritta mille volte per i fiori, ma mai con toni cosi' leggeri e romantici. E' come se si potesse soffiare sui petali e vederli volar via a colorare il cielo. Quando si sfoglia uno dei cataloghi di questa artista, assai nota nel suo paese d’origine, si rimane incantati. E' la poesia contenuta in ogni suo fiore che commuove e che ci svela un'anima ora semplice, ora tenera o trionfante. E' il trionfo di chi guarda i fiori, cogliendone tutti gli aspetti di caducita', con la certezza pero' di poterli fissare nel loro momento di gloria. In quel momento, Jung Hee Lim rivela tutta la sua potenza.
Mariella Torre